Ustica, dove il cinema ha il gusto di Cannella

Dalla piccola Ustica la Cinnamon Production si sta facendo strada nel mondo delle web-series. Marketing e produzioni estere sono i due sbocchi principali ma la priorità assoluta resta la promozione del territorio.

Fare film-making in Italia oggi per un giovane è estremamente complicato. Figuriamoci quanto possa esserlo farlo partendo da un luogo bellissimo ma logisticamente penalizzato come Ustica. Per Riccardo Cannella, 29enne originario dell’isola e titolare di una casa di produzione, il film-making oltre che un lavoro è diventato un modo per promuovere il suo luogo natio e accorciarne idealmente le distanze col mondo, dilatate tanto dai chilometri di distanza quanto dai capricci di Poseidone.

CINNAMON PRODUCTION

Nel 2014 Cannella, dopo aver studiato cinema a Roma, torna a Ustica e fonda la Cinnamon Production con l’idea di proporre un concetto di cinematografia in grado di seguire le indicazioni date dal nostro tempo.  Nel portfolio della casa trovano spazio documentari girati in Sicilia e cortometraggi. Il pezzo forte della produzione è comunque rappresentato dalla produzione di web-series: “Già prima che si diffondesse su scala mondiale Netflix – spiega Riccardo – erano arrivati dei segnali chiari che il futuro del film-making si trovasse esattamente nell’intersezione tra il mondo di Internet e i format sdoganati dalle grandi serie tv. Il nostro lavoro si basa nel declinare in maniera originale questa tendenza”.

NON SOLO INTRATTENIMENTO

Nelle web-series Riccardo Cannella non rintraccia solamente una delle nuove e più gettonate frontiere dell’entertainment ma anche uno strumento di comunicazione e marketing più potente di qualunque campagna pubblicitaria classica: “La nostra cifra è quella di fondere lo stile dello spot con quello della web-series. Di concerto con il cliente mettiamo nero su bianco una storia nella quale il prodotto nelle sue specificità diventa il filo conduttore della narrazione”. Un esempio in tal senso è dato da A-Live web series noir  diffusa da Mercedes Italia, recentemente premiata al Buenos Aires Web Festival.

NON SOLO ITALIA

Pur avendo ottenuto riconoscimenti e apprezzamenti trasversali, l’impegno della Cinnamon Production è principalmente orientato verso l’estero: “In Italia abbiamo avuto tante belle parole ma poche opportunità. Il lavoro ce lo siamo creati soprattutto all’estero. Lì il cinema è vissuto in modo diverso e le idee dei giovani, se valide, costituiscono una risorsa su cui investire”. Un passo avanti importante è arrivato nel 2015, quando il gruppo francese Canal + ha acquistato le web series Runaway e Web Horror Stories per la sua piattaforma On-Demand: “Siamo stati tra le prime case digitali italiane a vendere una produzione originale all’estero. Oltre che essere motivo d’orgoglio è stato un passo che ci ha aperto tante porte”.

IL SICILY WEB FEST

Il lavoro quotidiano di Cinnamon Production ha dato poi l’impulso per dar vita nel 2015 al Sicily Web Fest, presentato quattro anni fa all’Hotel Hilton di Los Angeles. Il festival, inserito nel circuito Web Series World Cup, si svolgerà dall’8 all’11 Agosto proprio ad Ustica: “Abbiamo scelto di organizzarlo lì per far conoscere la nostra isola. Si tratta di un evento cui partecipano diverse persone da tutto il mondo che da visibilità al territorio. Certo le difficoltà sono notevoli e la paura che il mare in tempesta possa sabotare tutto c’è sempre.  Si tratta di un rischio che comunque va accettato”.

RESTARE

Nonostante tutte le difficoltà incontrate in ambito lavorativo, Riccardo Cannella vuole comunque assolutamente restare attivo in Italia e nella sua Ustica: “Le difficoltà che incontriamo nel nostro lavoro sono le stesse, moltiplicate dal fatto di essere in un’isola. Andare via sarebbe stato scontato ma noi abbiamo deciso di credere e investire nel nostro territorio. Lo facciamo senza remore anche quando ci troviamo di fronte a difficoltà e situazioni frustranti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *